• consistenza:
  • 396 registri, 35 buste
  • storia della custodia:
  • L'archivio della Congregazione di Carità di Roma è costituito principalmente da documenti dell'amministrazione centrale della Congregazione per il periodo 1890 - 1937, mentre pochi sono i documenti del periodo 1871 - 1890 e nulla è conservato della pontificia Commissione dei sussidi. Si conservano invece alcuni registri finanziari, ventidue in tutto, per la maggior parte settecenteschi, pervenuti da alcune confraternite antiche, sopratutto dalla Ss. Annunziata. Insieme all'archivio della Congregazione di Carità si conservano documenti del periodo 1937 - 1942 dell'Ente Governatoriale di Assistenza di Roma (E. A. R.) che sostituì la Congregazione nel 1937.
    L'archivio riguarda la gestione dell'ente e l'aministrazione dei beni, mentre purtroppo poco o nulla è rimasto dei documenti riguardanti la beneficenza e l'assistenza. Dall'archivio stesso della Congregazione (Titolo I sez. 29) (1) risulta che furono fatti massicci scarti sia delle carte della Commissione dei sussidi che di quelle della Congregazione, riguardanti sopratutto la beneficenza (2).
    La Congregazione di Carità di Roma operava attraverso un ufficio amministrativo centrale. L'amministrazione centrale ebbe sede prima a S. Stefano del Cacco, poi a S. Chiara.Era diretto da un segretario generale, affiancato da un ufficio di segreteria, da un ufficio di ragioneria e da quattro uffici speciali: legale (avvocato procuratore), tecnico (ingegnere), sanitario (ispettore sanitario), economato (economo).
    Secondo il regolamento 17 giugno 1909 per gli uffici e il personale dell'amministrazione centrale, che riformava il precedente regolamento dell'8 novembre 1878, il segretario generale è il capo di tutti gli impiegati dell'amministrazione centrale e degli istituti dipendenti ed ha numerosi compiti inerenti sia all'esecuzione delle leggi e delle decisioni della congregazione, sia alla istruzione delle decisioni, assiste alle adunanze e firma i processi verbali delle adunanze insieme al presidente; l'ufficio di Segreteria,diretto da un segretario amministrativo,si divide in quattro sezioni :
    I) affari generali;
    II) archivio e protocollo;
    III) beneficenza dotale, ospizi, ricoveri, e laboratori;
    IV) beneficenza elemosiniera, beneficenza sanitaria;
    L'ufficio di Ragioneria è invece suddiviso in tre sezioni che si occupavano dei bilanci, del'accertamento delle entrate e liquidazione dele spese, di registrazioni, controlli, ispezioni, verifiche, statistiche.
    Gli uffici speciali avevano un proprio regolamento.
    E' dell'archivio di quell'ufficio centrale che qui si tratta, unitamente con i verbali della congregazione, mentre nulla è rimasto dell'archivio della soppressa commissione dei sussidi.
    (1) Cfr. ASR, Congregazione di Carità di Roma, b. 8 fasc. 914.
    (2) Uno scarto effettuato nel 1917 riguardò circa quattromila pratiche costituenti l'archivio della beneficenza in quanto "completamente abolito con il 1906 e sostituito da altro arhivio secondo il regolamento della beneficenza approvato il 26 luglio 1906". Nel 1936 furono scartati 20 quintali di documenti da cedere alla C. R. I. sia dell'antica Commissione dei sussidi dall'anno 1827, sia dell'archivio della beneficenza della Congregazione riguardante ricoveri, sussidi e altri documenti fino al 1933 (ivi).
  • soggetto produttore:
  • Congregazione di Carità di Roma (1937 - 1978)
    Ente Governatoriale di Assistenza di Roma
  • strumento di sala n°:
  • 382
  • bibliografia:
  • Guida alla beneficienza romana
    Confraternite romane e beneficenza pubblica tra il 1870 e il 1890
 

Cerca nei Fondi/Serie

Libera

Denominazione

Estremi cronologici

anno      cerca
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo